martedì 12 giugno 2012

Cous cous al pollo glassato


Amo moltissimo il cous cous, soprattutto in primavera-estate quando posso farlo con tante verdurine. A casa mia se ne fanno grandi mangiate. In realtà qualche volta capita di farlo anche in inverno, ma in questo caso di solito il cous cous accompagna la carne. Il piatto che vi presento oggi per esempio, potrebbe essere uno di quelli, un cous cous che può andar bene anche quando fuori non fà tutto questo caldo. Anzi, credo proprio diverrà il mio cous cous per tutte le stagioni! Ho imparato a farlo qualche settimana fa in uno dei corsi organizzati dalla scuola di cucina "Anice Verde". Mi piace molto frequentare questi corsi perchè colgo sempre nuovi spunti mentre affino tecniche e metodologie che, per una come me che ama così tanto la cucina, divengono degli importanti momenti di accrescimento. E poi certo non potevo perdermi il corso monografico dedicato al mio amato cous cous. Così ho incontato questo piatto squisito che fonde insieme i profumi speziati della cucina mediterranea e i sapori agrodolci di quella asiatica. 
Poichè, come sapete, non riesco a rifare in maniera pedissequa una ricetta, non sono riuscita a non modificarla in base all'inclinazione del momento per cui ho eliminato i porri, le cimette di cavolfiore bianco e le zucchine previste nella ricetta originale (che si fanno saltare prima di aggiungerle al cous cous). Avendo una predilezione per le spezie  ho voluto concentrarne i loro sapori, sentirne la purezza evitando che si potessero disperdere con altri ingredienti (leggi le loro proprietà nel paragrafo dedicato in "Cibo e benessere: appunti"). La prossima voltà però, proverò ad aggiungere le zucchine. 
Questo cous cous ha un sapore delizioso che non dimenticherete facilmente.
Ve ne innamorerete anche voi...



Ingredienti per 4 persone

- 280 gr di cous cous (io ho usato quello integrale bio)
- 2 cosce di pollo
- Spezie varie per preparare l'infuso (io ho usato anice, cardamomo, pepe nero in grani, peper rosa, pimento, un pezzettino di cannella,
coriandolo, paprika dolce)
- Curcuma
- 1 pezzetto di zenzero fresco
- Aceto balsamico q.b.
- Salsa di soia q.b.
- olio evo
- 2 cucchiai di zucchero
- 500 gr di brodo vegetale o di pollo

Per prima cosa è necessario lessare le cosce di pollo senza farle asciugare troppo e una volta pronte lasciarle raffreddare. Poi si prepara l'infuso di spezie: in una pentola si mettono a tostare le spezie con un filo d'olio. Quando comincieranno a sprigionare i loro inebrianti profumi aggiungete il brodo (io ho usato quello vegetale home made), portate ad ebollizione e cuocete per una decina di minuti. Dopodichè filtrate. 
A questo punto tostate il cous cous in una larga casseruola aggiungendovi lo zenzero grattugiato. A fuoco basso, aggiungete poco per volta il brodo speziato fino a completo assorbimento. Il cous cous deve essere al dente e non eccessivamente bagnato. In realtà quando devo preparare molto cous cous io utilizzo un'altra tecnica. Faccio tostare il cous cous che poi passo in una ciotola, aggiungo una tazzina di olio (la dose è 1 cucchiaio ca per porzione) dove vi ho precedentemente sciolto un cucchiaino di curcuma con un pò di pepe macinato al momento e mescolo con il forchettone di legno. A questo punto unisco il brodo bollente (il doppio del peso del cous cous) e copro. Dopo ca 10 minuti il cous cous è pronto, si sarà gonfiato e sarà pronto per essere sgranato e condito. 
Qualsiasi sia il procedimento che seguiate, vi consiglio sempre di utilizzare la miscela di olio e curcuma per condire il cous cous. La curcuma oltre a dare un bellissimo colore, è un potente antinfiammatorio così come lo è lo zenzero. Alcuni studi hanno dimostrato che per essere assorbita meglio dall'organismo deve essere miscelata al pepe e all'olio d'oliva. E' per questo che preparo quest'olio colorato e profumato che uso ogni volta che devo condire un cous cous o anche una zuppa di verdure. 
Nel frattempo che il cous cous si raffredda, si procede con la glassatura del pollo.
Sfilacciate le cosce ormai fredde e mettetele in una padella con i due cucchiai di zucchero (io ho usato quello di canna) e un filo d'olio. Sfumare prima con un pò di salsa di soia e poi con l'aceto balsamico.
A questo punto sgranate il cous cous (meglio secon le mani o aiutandovi con un forchettone di legno), mettetelo in un piatto da portata o in piccole coppette e ponetevi al centro il pollo glassato.
Vi assicuro che i vostri commensali chiederanno il bis.




9 commenti:

  1. Giusy! sai che ieri ho fatto il pollo alla coca cola?! :) Ti ho pensato, volevo darti la ricetta per "amici per la gola" ma purtroppo non ho fatto nessun foto... magari faccio un altra volta..

    RispondiElimina
  2. Yen attendo un piatto malese!

    RispondiElimina
  3. Eccomi qui, sul terrazzo, pronta per un bel piatto di cous cous! :)
    Grazie per avermi invitato ed avermi fatto scoprire il tuo blog! Sei molto brava e ci sono tante ottime ricette, complimenti, ti seguirò molto volentieri!
    Grazie per essere passata da me e continua a seguirmi, bacioni :)
    P.S.: le parole di Proust mi fanno commuovere, chi ama la cucina vive così... :)

    RispondiElimina
  4. ciao Giusy, ti ringrazio tanto per essere passata da me e per il bellissimo messaggio che mi hai lasciato. Mi sono iscitta subito e poi amo anche io il cous cous.
    a presto sabina

    RispondiElimina
  5. Anche io amo il cous cous, ma di solito faccio la versione alle verdure e pesto, non ci metto mai carbe e pollo, però ammetto che dalla foto mi è venuta voglia di provarlo a fare così!! Poi speziato così deve essere la fine del mondo, lo faccio e ti farò sapere, ma credo non mi deluderà il risultato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere poi come ti viene e soprattutto se ti piace. io l'adoro!

      Elimina
  6. Delizioso questo piatto. Lo devo preparare il prima possibile.
    E non posso non seguirti d'ora in poi!
    Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  7. Grazie Dani, sei la benvenuta!

    RispondiElimina